Sono pochi i freelance iscritti alla gestione separata dell’INPS che accedono alle prestazioni assistenziali per la maternità e la malattia. Il popolo dei freelance, a fronte di uno 0,72% che versa sotto forma di contributi per questo tipo di prestazioni, riceve sotto forma di indennità meno della metà di quanto versa, solo lo 0,3%.
Lo rivela uno studio sui dati INPS di ACTA, l’Associazione dei Consulenti del Terziario Avanzato, che lancia un sondaggio rivolto a chi ha fatto domanda per accedere all’indennità di malattia e maternità, al fine di capire i motivi di questo sbilanciamento e sensibilizzare i freelance rispetto ai loro diritti. Il sondaggio si rivolge a tutti i freelance, non solo agli iscritti alla gestione separata.

Vuoi partecipare anche tu al sondaggio? Clicca sul seguente link